Case history: adeguamento sismico per un’abitazione di Padova

Interventi edilizi: esempio di adeguamento sismico a Padova

L’adeguamento sismico è stato (purtroppo) uno dei temi più discussi del 2016.
Padova, Vicenza e in generale tutto il Veneto non sono tra le zone ad alto rischio di danni da terremoto, tuttavia alcuni edifici più datati possono risentire anche di scosse di bassa intensità. Se abitiamo in una casa vecchia o che riteniamo possa aver subito qualche danno strutturale, potremmo valutare l’opportunità di un adeguamento sismico.

Nel caso in questione, prendiamo in esempio un intervento di adeguamento sismico da noi eseguito in una zona residenziale.
Come sempre, abbiamo posto la massima attenzione alla fase di analisi preliminare: vista la delicatezza del lavoro, abbiamo infatti collaborato con un ingegnere strutturista specializzato allo scopo di individuare i punti deboli delle murature.
Sono stati analizzate le cordolature delle pareti ed è stata rilevata la flessibilità dei solai. La solidità dell’intero edificio è stata poi analizzata anche tramite termografia.

Rete antisismica in fibra di carbonio

Una volta effettuati i rilevamenti preliminari, abbiamo optato per un adeguamento antisismico dell’edificio tramite una rete in fibra di carbonio, utilizzata per la messa in sicurezza dei punti deboli della struttura.
La rete è stata applicata con delle resine speciali direttamente alle murature sotto l’intonaco, alle quali è stata assicurata tramite fiocchi anch’essi in fibra di carbonio.

Su richiesta del cliente, abbiamo cercato di portare a termine l’adeguamento senza pesare eccessivamente sull’impatto estetico dell’immobile: abbiamo quindi apportato le finiture finali con intonaco e tinteggiatura, in modo da ridurre al minimo le tracce del lavoro.

Vuoi valutare l’integrità strutturale della tua casa?
Contattaci per un’analisi preliminare.

(Foto in evidenza: costruttori.sa.it)